Un’eterna ghirlanda brillante

Architecture per Renovation Microtec Headquarter
Bressanone 2020
Added values
History
Math
Emotion
Un’eterna ghirlanda brillante

Renovation: New Facade for the Offices

l titolo dello straordinario libro di Douglas Hofstadter Gödel, Escher and Bach: un'eterna ghirlanda brilante racchiude la bellezza dell’anello senza inizio né fine che simboleggia la musica di Bach, i disegni di Escher e il Teorema di Gödel.
La stessa coerenza e completezza intreccia forme geometriche nello sfidante rivestimento del prospetto del rinnovato quartier generale di Microtec su desiderio del committente appassionato ingegnere umanista.
“Forse ciò che differenzia le idee altamente creative da quelle ordinarie è una certa qual combinazione del senso della bellezza, della semplicità e dell’armonia” (D. Hofstadter)

Giochi geometrici

Esagoni e triangoli si rincorrono in delicati passaggi, da lontano appaiono estremamente complessi ma in realtà prendono vita da forme e regole geometriche ben precise.

“I matematici lavorano solo con sistemi semplici ed eleganti, nei quali ogni cosa è definita in modo estremamente chiaro”

Di più sul progetto

Realtà e immaginazione

“Il cervello è razionale, la mente può non esserlo”, afferma Hofdstadter.
Per lo showroom si è proposto lo sviluppo di un percorso spazio temporale molto particolare, dopo la lettura di dati e informazioni si è immersi in una diversa emozionante dimensione.

Lo showroom inizia con la storia dell’azienda, dalla nascita sino alle sofisticate macchine per l’analisi del legno.

Il visitatore è condotto all’interno della macchina stessa, un tunnel in cui vivere un’esperienza sensoriale molto particolare.

Di più sul progetto

La storia dell’azienda, dalla nascita sino alle sofisticate macchine per l’analisi del legno.

Si giunge poi in un’area dove conoscere l’azienda presente in moltissimi paesi.

Circuiti stampati tracciano a pavimento passaggi culminanti nell’esposizione dei prodotti.

Sino al cuore pulsante dello showroom dove immergersi in una magica foresta di ologrammi che si trasforma in museo aziendale e spazio d’incontro.

“L’apprezzamento della bellezza richiede un elemento di irrazionalità incompatibile con l’essenza ultima dei calcolatori…la bellezza è una di quelle proprietà associate con l’anima inafferrabile”



Al progetto ha collaborato l'ing. Simone Lomuoio.

Più progetti
Nuovo cappello o nuova pelle?
Architecture

Nuovo cappello o nuova pelle?

Nuovo cappello o nuova pelle?
Nuovi spazi di lavoro
Architecture

Nuovi spazi di lavoro

Nuovi spazi di lavoro
Tutti i progetti